Wall Street in frazionale ribasso

(Teleborsa) – Continua in calo la borsa di New York, con il sentiment degli investitori che ne porta in rosso gli scambi. A lasciare sofferenti le contrattazioni a stelle e strisce pesano le tensioni, sempre più vicine all’acme, tra Stati Uniti e Cina che faticano a raggiungere un accordo commerciale soddisfacente per entrambe le parti.
Dopo il tweet di Donald Trump in cui il Tycoon minacciava l’applicazione dei dazi al 25% su 200 miliardi di importazioni cinesi, in vigore da domani, riprendono in queste ore le trattative a Washington per trovare un compromesso prima della deadline imposta dal Presidente degli States.

A causa di questi eventi che fanno da market movers prevale la cautela a Wall Street, con il Dow Jones che continua la seduta con un leggero calo dello 0,50%; sulla stessa linea, lo S&P-500 ha un andamento depresso e scambia sotto i livelli della vigilia a 2.870,69 punti. In frazionale calo il Nasdaq 100 (-0,4%), come l’S&P 100 (-0,4%).

Risultato negativo a Wall Street per tutti i settori dell’S&P 500. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti materiali (-0,75%) e informatica (-0,70%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Chevron (-0,58%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Intel, che prosegue le contrattazioni a -4,63%.

Seduta negativa per Dowdupont, che mostra una perdita dell’1,40%.

Sotto pressione Boeing, che accusa un calo dell’1,31%.

Scivola 3M, con un netto svantaggio dell’1,23%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Mylan (+5,80%), FOX (+3,15%), Twenty-First Century Fox (+2,83%) e Mercadolibre (+1,65%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Intel, che continua la seduta con -4,63%.

Lettera su Microchip Technology, che registra un importante calo del 2,82%.

Affonda Expedia, con un ribasso del 2,06%.

In rosso Nvidia, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,68%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street in frazionale ribasso