Wall Street in frazionale ribasso

(Teleborsa) – Prevale la cautela a Wall Street, con il Dow Jones che continua la seduta con un leggero calo dello 0,39%; sulla stessa linea, cede alle vendite l’S&P-500, che retrocede a 2.928,7 punti. Consolida i livelli della vigilia il Nasdaq 100 (-0,07%); negativo l’S&P 100 (-0,74%).

Debole il dollaro, ai minimi da tre mesi nei confronti dell’euro, sul possibile taglio del costo del denaro da parte della Fed. Intanto il presidente Powell ha ribadito che i quattro aumenti del costo del denaro nel 2018 non sono stati un errore.

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. Tra i peggiori della lista dell’S&P 500, in maggior calo i comparti telecomunicazioni (-1,31%), informatica (-1,27%) e beni di consumo secondari (-0,81%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Johnson & Johnson (+0,88%), Travelers Company (+0,86%) e McDonald’s (+0,77%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Microsoft, che ottiene -2,87%.

Affonda Nike, con un ribasso del 2,38%.

Crolla Dowdupont, con una flessione del 2,12%.

Sotto pressione Visa, con un forte ribasso dell’1,26%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Mylan (+4,34%), Walgreens Boots Alliance (+2,68%), Biogen (+2,14%) e Hunt(J.B.)Transport Serv (+1,44%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Ctrip.Com International Spon Each Rep, che continua la seduta con -3,73%.

Vendite a piene mani su Adobe Systems, che soffre un decremento del 3,62%.

Pessima performance per Dollar Tree, che registra un ribasso del 3,33%.

Sessione nera per Lululemon Athletica, che lascia sul tappeto una perdita del 3,25%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street in frazionale ribasso