Wall Street immobile in avvio

(Teleborsa) – Partenza poco mossa per Wall Street, paralizzata dalle rinnovate tensioni geopolitiche tra Stati Uniti e Corea del Sud.

Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha infatti dichiarato che il vertice tra i due Paesi previsto per il prossimo 12 giugno potrebbe saltare se Washington insisterà con la richiesta unilaterale di rinunciare agli armamenti nucleari.

Non aiuta la nuova fiammata dei rendimenti dei titoli di Stato USA in scia ai timori per una politica monetaria più aggressiva da parte della Federal Reserve.

Dal fronte macroeconomico, in calo sia l’avvio di nuovi cantieri che i nuovi permessi per costruire, anche se questi ultimi sono risultati migliori delle attese degli analisti.

Positivo, invece, il dato sulla produzione industriale, salita oltre il consensus per il terzo mese consecutivo.

A pochi minuti dall’opening bell il Dow Jones è sostanzialmente stabile e si posiziona su 24.709,73 punti; sulla stessa linea, incolore lo S&P-500 a 2.713,52 punti. Sui livelli della vigilia anche il Nasdaq 100 e l’S&P 100.

Al top tra i giganti di Wall Street, Wal-Mart (+0,71%), Intel (+0,65%) e Walt Disney (+0,53%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su 3M, che lima lo 0,79%.

Giornata fiacca per Chevron, che segna un calo dello 0,76%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq Micron Technology (+3,48%) dopo che RBC Capital ne ha avviato la copertura con giudizio “outperform”.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Idexx Laboratories, che lascia sul parterre il 5,21%.

Wall Street immobile in avvio