Wall Street immobile in avvio. In ripresa i tech

(Teleborsa) – Partenza poco mossa per Wall Street, che sceglie la cautela nonostante i segnali di rimbalzo per petrolio.

L’oro nero ha reagito positivamente a quanto dichiarato dal Ministro dell’energia iraniano Bijan Zanganeh, ossia che l’OPEC sta valutando l’ipotesi di tagliare ulteriormente l’output.

Grande attesa per i numeri sulle scorte di greggio in USA che saranno rilasciati nel pomeriggio.

Scarna l’agenda macroeconomica, che prevede solo le vendite di case esistenti.

Dal fronte corporate, di buon auspicio il bilancio di FedEx, considerato un barometro dell’economia statunitense, e di Adobe Systems, in attesa della nuova stagione delle trimestrali che prenderà il via a metà luglio.

Sulle prime battute, il Dow Jones si attesta sui valori della vigilia a 21.481,24 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità lo S&P-500 a 2.440,41 punti. In frazionale progresso il Nasdaq 100 (+0,33%); pressoché invariato lo S&P 100 (+0,12%).

Apprezzabile rialzo nell’S&P 500 per il comparto Information Technology. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto Energia, che riporta una flessione di -0,62%.

Tra i protagonisti del Dow Jones, Nike (+0,81%), Microsoft (+0,66%) e Boeing (+0,52%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Intel, che ottiene -1,69%.

Tentenna Caterpillar, che cede lo 0,41%.

Sostanzialmente debole Exxon Mobil, che registra una flessione dello 0,60%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, CA (+13,58%), Adobe Systems (+4,02%), Avago Technologies (+1,78%) e Xilinx (+1,65%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Mercadolibre, che prosegue le contrattazioni a -1,96%.

In rosso Intel, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,69%.

Spicca la prestazione negativa di Ross Stores, che scende dell’1,68%.

Mattel scende dell’1,05%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street immobile in avvio. In ripresa i tech