Wall Street giù di tono per dazi e disoccupazione

(Teleborsa) – Sessione da dimenticare per la Borsa americana, con il Dow Jones che sta lasciando sul terreno l’1,61%, arrestando la serie di tre rialzi consecutivi avviata martedì scorso. Giornata negativa per l’S&P-500, che continua la seduta a 2.628,79 punti, in calo dell’1,28%. In ribasso il Nasdaq 100 (-1,21%). 

Gli investitori sono preoccupati per una possibile guerra commerciale tra USA e Cina, con il presidente americano, Donald Trump, che sta valutando di imporre ulteriori dazi sulle importazioni da Pechino per un valore di 100 miliardi di dollari. Il tycoon è consapevole che ciò porterà sofferenza sui mercati finanziari: “potremmo assistere a qualche perdita, ma quando avremo finito avremo un paese più forte, ed è di questo che si tratta”, ha dichiarato Trump.

Dal fronte macroeconomico si segnala, invece, la delusione del dato sul mercato del lavoro, che a marzo ha evidenziato un aumento degli occupati del settore non agricolo inferiore alle attese (+103mila contro i +193mila indicati dal mercato), con il tasso di disoccupazione stabile al 4,1% (+4% il consensus). In linea con le attese, però, le retribuzioni medie orarie (+0,3% m/m e +2,7% a/a), monitorate con attenzione dalla Federal Reserve in quanto buon indicatore sia dello stato di salute del mercato del lavoro che delle pressioni inflazionistiche. 

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Industriale (-1,84%), Finanziario (-1,68%) e Sanitario (-1,65%).

In questa pessima giornata per la Borsa di New York, nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva. Offerta Caterpillar, che registra una discesa del 3,30%. Pesante Boeing, che segna un calo del 2,58%. Male Nike, che crolla del 2,07%. Sotto pressione United Health, con un forte ribasso del 2%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Vodafone (+0,92%) e Ulta Beauty (+0,80%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Incyte, che ottiene un -19,22% dopo il fallimento di uno sperimentazione. Sensibili perdite per Xilinx, in calo del 4,19% dopo la bocciatura di JP Morgan a underweight. In apnea Take-Two Interactive Software, che arretra del 2,94%. Tonfo di Paypal Holdings, che mostra una caduta del 2,76%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street giù di tono per dazi e disoccupazione