Wall Street giù con le trimestrali. Il Nasdaq sale con Microsoft

(Teleborsa) – L’incertezza regna a Wall Street dopo che alcune big hanno rilasciato conti trimestrali deludenti. La piazza americana così come il sentiment degli investitori resta ostaggio delle future decisioni di politica monetaria della Federal Reserve, ma anche dell’incertezza per l’esito delle elezioni USA. 

La banca centrale americana ha confermato le aspettative degli economisti, preannunciando un nuovo aumento dei tassi a dicembre, dopo le elezioni presidenziali USA che si terranno l’8 novembre. Queste rappresentano infatti l’unico elemento di incertezza in un quadro positivo per l’economia a stelle e strisce. 

Tra gli indici americani, il Dow Jones, scambia con un calo dello 0,28%, mentre, al contrario, incolore l’indice S&P-500, che continua la seduta a 2.138 punti, sui livelli della vigilia. In moderato rialzo il Nasdaq 100 (+0,22%); sui livelli della vigilia lo S&P 100 (-0,09%).

Beni di consumo secondari (+0,60%) e Information Technology (+0,41%) in buona luce sul listino S&P 500. Nel listino, i settori Telecomunicazioni (-2,05%), Sanitario (-1,00%) e Energia (-0,96%) sono stati tra i più venduti.

Tra i protagonisti del Dow Jones, Microsoft vola del 4,70%, grazie alla trimestrale superiore alle aspettative e all’upgrade di alcuni broker. In scia ai conti fa bene anche McDonald’s (+3,07%). Toniche inoltre Walt Disney (+1,06%) e American Express (+0,76%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Travelers Company, che ottiene -2,32%. 

Soffre anche General Electric, (-1,66%) che ha ampliato il piano di buyback, ma ha tagliato la guidance sugli utili. 

Calo deciso per Verizon Communication, che segna un -1,61%. Sotto pressione United Technologies, con un forte ribasso dell’1,30%.

Wall Street giù con le trimestrali. Il Nasdaq sale con Microsoft