Wall Street estende guadagni sostenuta da tech e commodities

(Teleborsa) – Wall Street si conferma tonica a metà giornata, estendo i guadagni dell’avvio e realizzando la migliore performance da una settimana a questa parte. A sostenere il mercato contribuiscono tech e materie prime, di rimando al rally messo a segno dalle commodities.

Scivolate in secondo piano le tematiche di Trump e della Corea sono scattate le ricoperture. Resta sempre una certa cautela in vista del simposio di Jackson Hole, che inizierà giovedì: l’attenzione è puntata soprattutto agli interventi dei banchieri centrali Mario Draghi (BCE) e Janet Yellen (Fed).

Oggi, agenda povera di appuntamenti sul fronte macro, ove sono attesi solo due dati: l’indice FHFA sui prezzi delle case che ha segnalato un rallentamento del mercato immobiliare e l’indice Fed Richmond che ha indicato una stabilizzazione.

A New York, l’indice Dow Jones mostra una plusvalenza dello 0,74%; sulla stessa linea lo S&P-500, che continua la giornata in aumento dello 0,83% rispetto alla chiusura della seduta precedente. Buona la prestazione del Nasdaq 100 (+1,35%), come l’S&P 100 (0,8%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori Information Technology (+1,28%), Materiali (+1,08%) e Sanitario (+1,01%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Cisco Systems (+1,96%), Caterpillar (+1,66%), Apple (+1,63%) e Boeing (+1,47%). La peggiore oggi è Intel, che prosegue le contrattazioni con un -0,53%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Vertex Pharmaceuticals (+3,99%), Activision Blizzard (+3,51%), Fastenal (+3,33%) e Alexion Pharmaceuticals (+3,28%). Scivola invece Mattel, che cede l’1,07%.

Wall Street estende guadagni sostenuta da tech e commodities