Wall Street dimessa guarda alla Fed

(Teleborsa) – Prosegue dimessa la borsa di Wall Street dopo che la vigilia gli indici statunitensi hanno festeggiato il forte balzo registrato dalla fiducia dei consumatori americani. La cautela degli investitori è dettata anche dalla Brexit, partita ufficialmente oggi. 

Sul fronte valutario, il dollaro recupera terreno, specie nei confronti della sterlina, nel giorno della firma ufficiale della premier britannica, Theresa May, per attivare l’articolo 50: darà il via ai negoziati con Bruxelles per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, nota come Brexit.

Sul versante macroeconomico, sono giunte buone notizie dal mercato immobiliare statunitense: il dato sulle vendite di case in corso a febbraio ha rilevato un aumento dei compromessi oltre il previsto.

A livello societario, attenzione ai titoli del settore farmaceutico, in particolare su Sonoma e Vertex, in forte rialzo al Nasdaq.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones continua la seduta con un leggero calo dello 0,26%, mentre, al contrario, resta piatto lo S&P-500, con le quotazioni che si posizionano a 2.359,03 punti. Poco sopra la parità il Nasdaq 100 (+0,22%); senza direzione lo S&P 100 (-0,02%).

Apprezzabile rialzo nell’S&P 500 per il comparto Energia. Il settore Finanziario, con il suo -0,51%, si attesta come peggiore del mercato.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Merck & Co (+0,98%), Pfizer (+0,74%) e Wal-Mart (+0,65%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su United Health, che prosegue le contrattazioni a -1,16%.

Wall Street dimessa guarda alla Fed