Wall Street dimessa. Deboli i titoli retailer

(Teleborsa) – Prosegue senza scossoni, la borsa di Wall Street dove si registra una ripresa dei titoli tecnologici dopo il recente scivolone. A fare da assist al listino americano, contribuiscono anche le quotazioni del greggio che tentano un rimbalzo dopo aver toccato i minimi dell’anno sui timori per un eccesso di produzione.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones si ferma a 21.371,79 punti; sulla stessa linea, incolore lo S&P-500, che continua la seduta a 2.429,92 punti, sui livelli della vigilia. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,29%); consolida i livelli della vigilia lo S&P 100 (-0,1%).

L’attenzione degli investitori resta concentrata sui commenti del Presidente della Federal Reserve di Dallas, Robert Kaplan, il primo membro della Fed a parlare dopo che la banca centrale ha alzato i tassi di interesse. 

Sul fronte macro, l’attività edilizia negli Stati Uniti è diminuita mensilmente, a maggio, per la quarta volta negli ultimi cinque mesi, mentre gli analisti si aspettavano un rialzo. Anche i permessi per costruire sono diminuiti a sorpresa. Gli statunitensi si sono rivelati meno fiduciosi a metà giugno rispetto al mese scorso, secondo il dato preliminare riportato dall’Università del Michigan.

Apprezzabile rialzo nell’S&P 500 per i comparti Energia (+0,74%) e Utilities (+0,60%). Il settore Beni di consumo primario, con il suo -1,14%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Chevron (+1,08%), United Health (+1,06%), McDonald’s (+0,97%) e Boeing (+0,89%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Wal-Mart, che prosegue le contrattazioni a -4,49%.

Affonda Nike, con un ribasso del 3,45% dopo un downgrade di JP Morgan.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Amazon (+2,79%) che ha rilevato la catena di supermercati Whole Foods, Shire (+1,66%), Intuitive Surgical (+1,61%) e Electronic Arts (+1,42%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Costco Wholesale, che prosegue le contrattazioni a -5,73%.

Wall Street dimessa. Deboli i titoli retailer