Wall Street debole guarda a Fed dopo Job Report

(Teleborsa) – Partenza in calo per la borsa di Wall Street dopo che il Job Report ha mostrato una economia americana che accelera sulla creazione di nuovi posti di lavoro a giugno, sorprendendo positivamente gli analisti, al contrario di quanto indicato dall’ultimo rapporto di ADP.

Secondo quanto rilevato dal Bureau of Labour Statistics, il tasso di disoccupazione è risalito al 3,7% dal 3,6% precedente ed atteso. Nel mese di giugno sono state avviate 224 mila nuove buste paga nei settori non agricoli (non-farm payrolls) rispetto alle 72 mila riviste di maggio (75 mila preliminari) e alle 160 mila stimate dagli analisti.

Le retribuzioni medie orarie salgono dello 0,2% a livello mensile e del 3,1% su anno attestandosi a 27,90 dollari dai 27,84 dollari del mese prima. Le retribuzioni medie orarie sono monitorate con attenzione dalla Federal Reserve in quanto buon indicatore sia dello stato di salute del mercato del lavoro che delle pressioni inflazionistiche. Gli investitori si interrogano ora su come la Federal Reserve leggerà questi dati e, se deciderà effettivamente di tagliare i tassi di interesse nel meeting di fine mese.

Sulle prime rilevazioni, il Dow Jones continua la seduta con un leggero calo dello 0,46%; sulla stessa linea, lo S&P-500 ha un andamento depresso e scambia sotto i livelli della vigilia a 2.980,18 punti. In lieve ribasso il Nasdaq 100 (-0,66%), come l’S&P 100 (-0,5%).

In luce sul listino nordamericano S&P 500 il comparto finanziario. Tra i più negativi della lista dell’S&P 500, troviamo i comparti materiali (-1,20%), utilities (-1,07%) e beni di consumo per l’ufficio (-1,02%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Goldman Sachs (+1,28%) e JP Morgan (+0,87%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su 3M, che ottiene -1,70%.

Sotto pressione Caterpillar, che accusa un calo dell’1,29%.

Scivola Procter & Gamble, con un netto svantaggio dell’1,14%.

In rosso Intel, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,12%.

Unico titolo in positivo del Nasdaq-100, Ulta Beauty mette a segno un +0,68%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Electronic Arts, che prosegue le contrattazioni a -2,81%.

In apnea Asml Holding Nv Eur0.09 Ny Registry, che arretra del 2,10%.

Tonfo di Nvidia, che mostra una caduta del 2,07%.

Spicca la prestazione negativa di Baidu, che scende dell’1,92%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street debole guarda a Fed dopo Job Report