Wall Street debole, effetto Beige Book e mercato lavoro

(Teleborsa) – Partenza debole per la borsa di Wall Street con gli investitori che ragionano sulle indicazioni del Beige Book della Fed e aspettano con ansia la riunione della banca centrale americana di fine settembre. 

Intanto, dal mercato del lavoro americano giungono segnali di tenuta, con la disoccupazione ai minimi dal lontano 1973. Nella settimana al 3 settembre, infatti, sono diminuiti i lavoratori che hanno fatto richiesta di sussidio alla disoccupazione in USA.

Il consueto rapporto sullo stato dell’economia della Fed, ha parlato ancora una volta di “crescita moderata” per l’economia statunitense. Si tratta di indicazioni importanti., giacché costituiranno la base delle decisioni che il FOMC (l comitato di politica monetaria della Fed) assumerà nella prossima riunione in calendario il 20 e 21 settembre. Di recente, la Chairwoman della Fed, Janet Yellen, ha aperto alla possibilità di un nuovo rialzo dei tassi di interesse USA.

Tra gli indici statunitensi,  il Dow Jones, si muove sotto la parità a 18.472 punti, con uno scarto percentuale dello 0,29%; sulla stessa linea, si muove al ribasso l’indice S&P-500, che perde lo 0,24%, scambiando a 2.181 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,44%), come l’S&P 100 (-0,2%).

Wall Street debole, effetto Beige Book e mercato lavoro
Wall Street debole, effetto Beige Book e mercato lavoro