Wall Street corre grazie al rally del greggio

(Teleborsa) – Wall Street cavalca l’onda del rialzo a metà giornata, sostenuta dai titoli petroliferi, che stanno beneficiando del rally del greggio.

Il petrolio è tornato a salire – WTI +3,6% a 41,82 dollari – di riflesso alle voci che parlano di un possibile congelamento dell’output da parte dell’Arabia Saudita. Oggi, il Dipartimento dell’Energia americano ha pubblicato l’ultimo report sul mercato petrolifero, in cui rivede al rialzo le stime.

Intanto, gli operatori non si sono mostrati per nulla intimoriti dai segnali di un imminente rialzo dei tassi da parte della Fed. Il dato sui prezzi import-export sembra preannunciare un ritocco già alla riunione di fine aprile, ma fra i membri della Fed vi sono pareri contrastanti sul timing di un rialzo dei tassi: se il Presidente della Fed di Dallas, Rob Kaplan, prospetta un rialzo “non troppo distante nel futuro”, il collega della Fed di Philadelphia, Patrick Harker, preferisce mantenersi più cauto e rinviare a quando l’inflazione avrà registrati un’accelerazione decisa. 

A movimentare il mercato contribuiscono oggi anche i risultati trimestrali delle Corporate americane, dopo che ieri Alcoa ha formalmente riavviato la stagione dei risultati trimestrali. 

L’indice Dow Jones mantiene un incremento dello 0,84%; sulla stessa linea l’indice S&P-500, che continua la giornata in rialzod ello 0,8% a 2.057 punti. In moderato rialzo il Nasdaq 100 (+0,5%). In buona luce sul listino S&P 500 i comparti Energia (+2,64%), Finanziari (+1,05%) e Telecomunicazioni (+0,92%) .

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones c’è Chevron (+2,31%), che viene favorita dal rimbalzo del greggio. 

In denaro anche Caterpillar (+2,25%), Wal-Mart (+1,51%) e JP Morgan (+1,43%).

Wall Street corre grazie al rally del greggio