Wall Street contrastata. Produttori di chip spingono il Nasdaq

(Teleborsa) – Si muove in maniera constatata Wall Street, con il Dow Jones che sta lasciando sul parterre lo 0,36%, interrompendo la serie di cinque rialzi consecutivi, iniziata giovedì scorso, mentre, al contrario, l’S&P-500 procede a piccoli passi, avanzando a 4.673 punti. Buona la prestazione del Nasdaq 100 (+1,3%), spinto al rialzo dalle trimestrali positive dei colossi USA dei semiconduttori; sulla stessa linea, in frazionale progresso l’S&P 100 (+0,55%).

Beni di consumo secondari (+1,68%) e informatica (+1,55%) in buona luce sul listino S&P 500. Nel listino, i settori finanziario (-1,82%), sanitario (-1,31%) e utilities (-1,26%) sono tra i più venduti.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Merck (+1,82%), Salesforce.Com (+1,54%), McDonald’s (+1,31%) e Nike (+0,96%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su DOW, che ottiene -3,44%.

Pessima performance per Goldman Sachs, che registra un ribasso del 3,11%.

Sessione nera per Verizon Communication, che lascia sul tappeto una perdita del 2,98%.

In caduta libera JP Morgan, che affonda del 2,17%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Nvidia (+14,26%), Qualcomm (+13,53%), Applied Materials (+4,62%) e Amazon (+3,17%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Moderna, che continua la seduta con -19,06%.

Pesante Dish Network, che segna una discesa di ben -13,2 punti percentuali.

Seduta drammatica per Liberty Global, che crolla del 4,33%.

Sensibili perdite per Liberty Global, in calo del 4,30%.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street contrastata. Produttori di chip spingono il Nasdaq