Wall Street contrastata. Positivo il Nasdaq

(Teleborsa) – Sosta intorno alla parità la Borsa di New York, con il Dow Jones che si attesta a 35.864 punti, mentre, al contrario, lieve aumento per l’S&P-500, che si porta a 4.699 punti. In denaro il Nasdaq 100 (+0,8%); come pure, in frazionale progresso l’S&P 100 (+0,44%). I risultati delle trimestrali – nelle ultime 48 ore si sono registrati risultati solidi da parte dei big del mondo retail – hanno contribuito a bilanciare le prospettive di un aumento duraturo dell’inflazione. Nella giornata odierna il presidente della Federal Reserve Bank di New York, John Williams, ha affermato che l’inflazione sta diventando più elevata e che le aspettative per futuri aumenti dei prezzi sono in aumento. Tra i casi di giornata ci sono Nvidia, con la trimestrale che ha battuto le attese, e Macy’s, che ha annunciato risultati oltre attese e rivisto al rialzo la guidance dell’intero esercizio.

In buona evidenza nell’S&P 500 i comparti beni di consumo secondari (+1,02%) e informatica (+0,79%). Tra i più negativi della lista dell’S&P 500, troviamo i comparti beni di consumo per l’ufficio (-0,69%) e utilities (-0,58%).

Tra i protagonisti del Dow Jones, Home Depot (+2,54%), Apple (+2,28%) e Microsoft (+0,58%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Cisco Systems, che continua la seduta con -7,85%.

Vendite su Intel, che registra un ribasso dell’1,92%.

Seduta negativa per American Express, che mostra una perdita dell’1,51%.

Sotto pressione Walt Disney, che accusa un calo dell’1,30%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Nvidia (+8,72%), Moderna (+3,73%), Amazon (+3,38%) e Apple (+2,28%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Cisco Systems, che continua la seduta con -7,85%.

In apnea Baidu, che arretra del 4,79%.

Tonfo di Wynn Resorts, che mostra una caduta del 4,66%.

Lettera su Sirius XM Radio, che registra un importante calo del 4,07%.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street contrastata. Positivo il Nasdaq