Wall Street cauta nel giorno del FOMC

(Teleborsa) – Partenza in lieve rialzo per Wall Street nell’ultimo giorno di meeting di politica monetaria della Federal Reserve.

Dato per scontato il terzo aumento dei tassi di interesse da inizio anno, gli investitori tenteranno di capire, soprattutto in occasione della conferenza stampa del Chairman Powell, se la Banca Centrale americana intende procedere con un ritocco all’insù anche a dicembre, dato il buono stato di salute dell’economia a stelle e strisce. Una nuova conferma di ciò potrebbe arrivare domani, quando verranno rilasciati i numeri sul PIL del secondo trimestre.

Sempre dal fronte macroeconomico, in agenda oggi i dati sulle vendite di case nuove e sulle scorte settimanali di greggio. Queste ultime saranno monitorate con attenzione in scia alla recente fiammata delle quotazioni del greggio.

Sulle prime battute il Dow Jones è sostanzialmente stabile e si posiziona su 26.516,05 punti. Poco sopra la parità (+0,10%) l’S&P-500 mentre il Nasdaq 100 avanza dello 0,29%.

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones IBM (+2,24%), galvanizzata dalla promozione a “buy” da parte di UBS. Bene anche Cisco Systems (+1,05%) e Walt Disney (+0,80%) e Intel (+0,72%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Nike, che lascia sul parterre il 2,68%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Henry Schein (+3,11%), Alexion Pharmaceuticals (+2,70%), Netease (+2,01%) e Activision Blizzard (+1,84%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Cintas, che ottiene -3,51%.

Seduta drammatica per Seagate Technology, che arretra del 2,80%.

Wall Street cauta nel giorno del FOMC