Wall Street bypassa la guerra dei dazi

(Teleborsa) – Wall Street si rafforza dopo un avvio cauto, supportata dal Job Report migliore delle attese.

A giugno sono stati creati più posti di lavoro di quanto stimato dagli analisti, a conferma dell’attuale stato di grazia dell’economia a stelle e strisce.

Contemporaneamente la lenta crescita dei salari ha allentato i timori per una fiammata dell’inflazione, aumentando così le aspettative per un rialzo graduale dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

Passati in secondo piano i timori per una guerra commerciale nel giorno in cui è entrata ufficialmente in vigore la prima ondata di dazi sui prodotti provenienti dalla Cina.

Tornando alla macroeconomia, da rilevare la diminuzione per il quarto mese consecutivo del deficit commerciale USA.

Il Dow Jones mostra ora una plusvalenza dello 0,75%; sulla stessa linea, lo S&P-500 guadagna lo 0,90% rispetto alla seduta precedente. Ancora meglio il Nasdaq 100 (+1,32%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori Sanitario (+1,42%), Information Technology (+1,09%) e Finanziario (+0,89%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, General Electric (+2,05%), McDonald’s (+1,61%), Microsoft (+1,42%) e Merck & Co (+1,19%).

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street si posiziona Biogen (+15,28%) grazie ai risultati positivi di un farmaco contro l’Alzheimer.

Wall Street bypassa la guerra dei dazi