Wall Street avvia scambi in retromarcia

(Teleborsa) – Wall Street apre gli scambi un rosso, in linea con l’intonazione debole delle borse europee. Il rally innescato dalla notizia dell’efficacia del vaccino di Pfizer sembra essersi esaurito ed il dollaro si è nuovamente deprezzato.

Intanto, sono stati pubblicati alcuni importanti dati macro: le domande di disoccupazione hanno evidenziato un calo superiore alle attese, mentre il dato dell‘inflazione ha deluso, evidenziando una decelerazione dei prezzi a zero.

A New York, l’indice Dow Jones ha aperto in calo dello 0,62%; sulla stessa linea l’S&P-500, che avvia la giornata sotto la parità a 3.558 punti. Consolida i livelli della vigilia il Nasdaq 100 (+0,14%); in lieve ribasso l’S&P 100 (-0,3%).

Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori finanziario (-1,59%), energia (-1,50%) e materiali (-1,09%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Microsoft (+0,52%) e United Health (+0,52%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Raytheon Technologies, che continua la seduta con -2,35%.

Sotto pressione Walgreens Boots Alliance, che accusa un calo dell’1,73%.

Scivola DOW, con un netto svantaggio dell’1,67%.

In rosso Goldman Sachs, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,62%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Moderna (+5,74%), Vertex Pharmaceuticals (+1,65%), Illumina (+1,54%) e Activision Blizzard (+1,53%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Wynn Resorts, che continua la seduta con -4,78%.

Seduta drammatica per Twenty-First Century Fox, che crolla del 4,52%.

Sensibili perdite per FOX, in calo del 4,09%.

In apnea Marriott International, che arretra del 2,76%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street avvia scambi in retromarcia