Wall Street avvia la settimana in retromarcia

(Teleborsa) – Wall Street avvia la settimana in rosso.

Dopo la seduta fortemente negativa registrata lo scorso venerdì 2 febbraio, la borsa a stelle e strisce mostra il Dow Jones che accusa una discesa dello 0,71%.  Sulla stessa linea, lo S&P-500 ha un andamento depresso e scambia sotto i livelli della vigilia a 2.742,46 punti. In calo il Nasdaq 100 (-1,14%).

Dal fronte macro, sono attesi i dati del PMI composito di gennaio e l’ISM non manifatturiero sempre del mese di gennaio.

Dal fronte societario, occhi puntati suAmazon che ha pattuito 200 mln da versare al Fisco francese per risolvere le sue controversie fiscali. In focus ancheQualcomm dopo che Broadcom ha alzato la posta per acquisire il gruppo di San Diego. 

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Intel (-3,15%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Boeing, che ottiene -2,15%.

Sotto pressione Visa, con un forte ribasso dell’1,55%.

Soffre Home Depot, che evidenzia una perdita dell’1,48%.

Contrazione moderata per Caterpillar, che soffre un calo dello 0,77%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, O’Reilly Automotive (+1,76%), Alexion Pharmaceuticals (+1,48%), Ctrip.Com International (+1,32%) e Sirius XM Radio (+1,00%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Vodafone, che continua la seduta con -3,77%.

Vendite a piene mani su Nvidia, che soffre un decremento del 3,28%.

In caloIdexx Laboratories, che registra un ribasso del 2,67%.

Sessione no per Alphabet, che lascia sul tappeto una perdita del 2,13%.

Wall Street avvia la settimana in retromarcia
Wall Street avvia la settimana in retromarcia