Wall Street avvia la giornata dalla parte degli acquisti

(Teleborsa) – Partenza a piccoli passi per la borsa di Wall Street.

Dal fronte macro,  fra poco si conoscerà il PMI manifatturiero e servizi di febbraio e il dato sulla vendita delle case esistenti di gennaio.

Riflettori puntati anche sulle Minute del FOMC, il braccio operativo della banca centrale statunitense, che saranno pubblicate alle 20:00, ora italiana. Gli investitori guardano con attenzione ai verbali da cui potrebbe trapelare l’intenzione della Banca Centrale americana di alzare i tassi alla luce degli ultimi indicatori economici che hanno mostrato un rafforzamento dell’economia a stelle e strisce.

Tra gli indici americani, il Dow Jones sale dello 0,42%. Sulla stessa linea lo S&P-500 che avanza dello 0,46%. Guadagni frazionali per il Nasdaq 100 (+0,66%).

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori Beni di consumo secondari (+0,74%) e Information Technology (+0,57%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Intel (+0,60%), Wal-Mart (+0,37%), Apple (+0,94%) e McDonald’s (+0,91%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su General Electric, che ha avvia la seduta a -0,26%.

Fiacca Verizon Communication, che mostra un piccolo decremento dello 0,74%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Verisk Analytics (+3,09%), Jd.Com (+2,32%), O’Reilly Automotive (+1,85%) e Netflix (+1,60%). 

Scivola Qualcomm, con un netto svantaggio dell’1,22%.

In rosso Shire, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,51%.

Discesa modesta per Mylan, che cede un piccolo -0,35%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street avvia la giornata dalla parte degli acquisti