Wall Street avvia la giornata a piccoli passi

(Teleborsa) – Avvio in leggero rialzo per la borsa di Wall Street. 

Dal fronte macro, salgono ma meno del previsto le richieste di sussidio alla disoccupazione in USA, mentre fra poco si conosceranno le vendite di case in corso del mese settembre.

Ricca l’agenda corporate, con molti giganti che rivelano i dati come le trimestrali di Amazon, Google e Microsoft .

Intanto, rumors di stampa rivelano che Janet Yellen non è più in gara per ricoprire il secondo mandato come presidente della Federal Reserve. L’indiscrezione arriva da Politico che cita una fonte che “dialoga regolarmente” con il presidente Donald Trump.

Intanto oltreoceano, la BCE ha lasciato i tassi invariati d’interesse invariati e continuerà a fare acquisti di asset per 60 mld di euro mensili entro la fine di dicembre 2017. Mario Draghi ha sottolineato che l’espansione economica continua ad essere solida ed ampia.

Tra gli indici USA il Dow Jones che sta mettendo a segno un +0,46%.  Sulla stessa linea, lo S&P-500 avanza in maniera frazionale, arrivando a 2.564,29 punti. Sui livelli della vigilia il Nasdaq 100 (+0,06%), come l’S&P 100 (0,2%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Dowdupont (+2,11%), Du Pont de Nemours (+1,63%), Nike (+0,98%) e Coca Cola (+0,86%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Merck & Co, che ottiene -0,56%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Mercadolibre (+3,44%), American Airlines (+2,25%), Wynn Resorts (+1,34%) e Marriott International (+1,26%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Celgene, che prosegue le contrattazioni a -18,04%.

In caduta libera Charter Communications, che arretra del 7,80%.

Pesante Tractor Supply, che segna una discesa di ben -3,88 punti percentuali.

Seduta drammatica per Comcast che scivola del 3,34%.

Wall Street avvia la giornata a piccoli passi