Wall Street avvia gli scambi in retromarcia

(Teleborsa) – Wall Street parte in rosso come previsto dopo l’uscita di alcuni dati macro in chiaroscuro: quelli sui sussidi alla disoccupazione e Philly Fed sopra le attese e quello sulla produzione industriale deludente. 

A penalizzare la borsa statunitense concorrono ancora le indicazioni giunte ieri dalle Minutes della Fed, che indicano il permanere di preoccupazioni sull’inflazione.

A New York, il Dow Jones scambia con un calo dello 0,29%; si muove al ribasso lo S&P-500, che perde lo 0,22%, scambiando a 2.462,77 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,35%), come l’S&P 100 (-0,3%).

In discesa a Wall Street tutti i comparti dell’S&P 500.

Giornata da dimenticare per tutte le Blue Chip del Dow Jones, che mostrano una performance negativa. Le più forti vendite si manifestano su Cisco Systems, che prosegue le contrattazioni a -3,46%.

Pesante Wal-Mart, che segna una discesa di ben -2,8 punti percentuali.

Dimessa United Technologies, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Fiacca Intel, che mostra un piccolo decremento dello 0,56%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street avvia gli scambi in retromarcia