Wall Street avvia a marcia indietro

(Teleborsa) – Avvio in frazionale ribasso per Wall Street, con il Dow Jones che sta lasciando sul parterre lo 0,40%. Sulla stessa linea, si posiziona sotto la parità lo S&P-500 che retrocede dello 0,38%. In calo anche il Nasdaq 100 (-0,31%). Gli investitori rimangono prudenti guardando alla politica protezionistica del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Dopo aver confermato, ieri 23 maggio, i dazi su alluminio e metallo alla Cina, il tycoon halasciato presagire di voler imporre nuovi dazi anche sulle importazioni delle autovetture negli USA.In discesa a Wall Street tutti i comparti dell’S&P 500. Nella parte bassa della classifica dell’S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti Energia (-1,58%) e Finanziario (-0,88%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è General Electric (+2,05%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Exxon Mobil, che ottiene -1,64%.

Calo deciso per Chevron, che segna un -1,60%.

Giornata fiacca per JP Morgan, che segna un calo dell’1,18%.
In perdita Goldman Sachs, che scambia con un -0,98%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Celgene (+2,15%), CSX (+0,87%), Workday (+0,44%) e Twenty-First Century Fox (+0,81%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Ulta Beauty, che prosegue le contrattazioni a -2,53%.

Wall Street avvia a marcia indietro