Wall Street avanza a piccoli passi

(Teleborsa) – Wall Street si conferma tentennante a metà giornata, confermando una certa cautela degli operatori, in attesa di capire se la Fed aumenterà i tassi a giugno: diversi esponenti della banca centrale USA hanno avallato questa possibilità. 

Intanto, il dato preliminare del PMI manifatturiero ha offerto nuovi segnali di debolezza, facendo ipotizzare una crescita a marce ridotte anche nel secondo trimestre dell’anno. 

Tante novità dal fronte Corporate: Monsanto sale del 5,5%, in scia all’offerta avanzata dalla tedesca Bayer. e Tribune Publishing crolla del 15%, dopo aver rigettato la seconda offerta di Gannett. 

Frattanto, con il Dow Jones conferma un moderato rialzo dello 0,24%, mentre l’indice S&P-500 rimane a 2.052 punti (+0,02%). In frazionale vantaggio il Nasdaq 100 (+0,24%). Nell’S&P 500, buona la performance del comparto Materiali. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti Telecomunicazioni (-0,54%) e Utilities (-0,48%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Apple (+1,70%), Du Pont de Nemours (+1,48%) e Caterpillar (+1,30%).

Bene anche 3M che sale dello 0,82%, mentre Boeing si sgonfia (+0,6%), nonostante la maxi commessa dal Vietnam.

Le più forti vendite su Verizon Communication, che prosegue le contrattazioni a -0,89%.

Tentenna Microsoft, con un modesto ribasso dello 0,78%.

Wall Street avanza a piccoli passi
Wall Street avanza a piccoli passi