Wall Street apre riflessiva dopo il dato sul PIL

(Teleborsa) – Wall Street avvia gli scambi tentennante, confermando prudenza sia per l’atteso incontro Trump-May sia per effetto di alcuni dati macro in chiaroscuro. 

In agenda oggi il dato del PIL, che ha deluso le attese con una crescita dell’1,9%, mentre l’intero anno 2016 chiude con un +1,6%, la crescita più bassa dal 2011. Parallelamente, gli ordini sono scivolati per il secondo mese consecutivo, risultando sotto il consensus. Più tardi si attende anche il dato sulla fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan. 

Sotto i riflettori anche i conti della Corporate America, in particolare quelli positivi di Microsoft ed i buoni numeri di Intel, mentre ha deluso la trimestrale di Google. 

La Borsa di New York vede il Dow Jones muoversi attorno alla parità a 20.094,06 punti; sulla stessa linea lo S&P-500, che si posiziona a 2.296,92 punti, mentre il Nasdaq 100 mostra un timido incremento dello 0,11%. Apprezzabile rialzo nell’S&P 500 per i comparti Telecomunicazioni (+0,59%) e Information Technology (+0,45%). In fondo alla classifica il comparto Energia, che riporta una flessione di -0,66%.

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Intel (+1,29%) e Microsoft (+1,21%), entrambe in scia a risultati migliori delle attese.

Bene anche Caterpillar (+1,19%) e Verizon Communication (+0,66%).

Fra i più forti ribassi si segnala Chevron, che continua la seduta con -2,70%.

Tentenna Goldman Sachs, che cede lo 0,91%.

Sostanzialmente debole Procter & Gamble, che registra una flessione dello 0,65%.

Wall Street apre riflessiva dopo il dato sul PIL