Wall Street apre in rosso

(Teleborsa) – Giornata “no” per la Borsa USA, che sconta l’andamento negativo del bancari dopo che la Fed ha posto un limite a dividendi e biuyback. Il dato su redditi e spese personali conferma la sostanziale tenuta del consumi, ma desta più interesse quello sulla fiducia dei consumatori del Michigan in uscita fra poco.

L’indice Dow Jones apre in flessione dell’1,09%; sulla stessa linea l’S&P-500, che continua la giornata sotto la parità a 3.063 punti. Poco sotto la parità il Nasdaq 100 (-0,65%); sulla stessa linea, variazioni negative per l’S&P 100 (-0,83%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per il settore utilities. Nel listino, i settori finanziario (-2,12%), telecomunicazioni (-1,63%) e energia (-1,61%) sono tra i più venduti.

In questa pessima giornata per la Borsa di New York, nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva.

Le più forti vendite si manifestano su Goldman Sachs, che prosegue le contrattazioni a -5,67%.

In caduta libera Nike, che affonda del 3,55%.

Pesante JP Morgan, che segna una discesa di ben -3,48 punti percentuali.

Seduta drammatica per American Express, che crolla del 2,69%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Bed Bath & Beyond (+7,02%), NetApp (+4,30%), Ebay (+2,36%) e Ross Stores (+1,96%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Facebook, che segna un -4,05%.

Sensibili perdite per Moderna, in calo del 3,90%.

Soffre Vertex Pharmaceuticals, che evidenzia una perdita dell’1,83%.

Preda dei venditori American Airlines, con un decremento dell’1,71%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street apre in rosso