Wall Street apre in calo. Occhi puntati su verbali FED

(Teleborsa) – Il listino USA apre la seduta poco sotto la parità, con il Dow Jones che lima lo 0,23%; sulla stessa linea, si muove al ribasso l’S&P-500, che perde lo 0,49%, scambiando a 3.913 punti. In ribasso il Nasdaq 100 (-0,78%); sulla stessa linea, in frazionale calo l’S&P 100 (-0,44%).

Nonostante le vendite al dettaglio siano salite più del previsto a gennaio e l’aumento della produzione industriale, gli investitori sono cauti. Da un lato guardano alla pubblicazione delle Minutes della FED prevista per questa sera, dall’altro sono preoccupati che il balzo della spesa al consumo potrebbe alimentare ulteriormente le aspettative di inflazione.

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per il settore energia. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti informatica (-0,94%), materiali (-0,90%) e beni industriali (-0,64%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Verizon Communication (+3,07%), Chevron (+2,80%), Merck (+1,20%) e Home Depot (+0,99%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Boeing, che prosegue le contrattazioni a -1,74%.

Scivola Intel, con un netto svantaggio dell’1,26%.

Contrazione moderata per DOW, che soffre un calo dell’1,11%.

In rosso Apple, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,03%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Tractor Supply (+2,09%), Akamai Technologies (+1,06%), Charter Communications (+0,81%) e Vertex Pharmaceuticals (+0,77%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Henry Schein, che prosegue le contrattazioni a -8,74%.

Pessima performance per Baidu, che registra un ribasso del 3,81%.

Sessione nera per Tesla Motors, che lascia sul tappeto una perdita del 2,73%.

In caduta libera Nxp Semiconductors N V, che affonda del 2,40%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street apre in calo. Occhi puntati su verbali FED