Wall Street apre con il segno meno

(Teleborsa) – Partenza in rosso per Wall Street, che continua a scontare le attese per un nuovo rialzo dei tassi di interesse a dicembre. Attese alimentate sul finire della scorsa ottava dai positivi numeri sul mercato del lavoro statunitense che hanno consolidato il rally dei titoli di Stato americani. Il rendimento dei Treasury a 10 anni sta viaggiando sui massimi di 7 anni, forte delle aspettative per una imminente stretta monetaria da parte della Federal Reserve. Da rilevare che oggi il mercato americano dei T-bond è chiuso per il Columbus Day.

Da rilevare una certa cautela in attesa della nuova stagione delle trimestrali. Secondo FactSet nel 2019 le società dell’S&P500 dovrebbero riportare una crescita degli utili del 10%.

Sulle prime battute il Dow Jones lascia sul parterre lo 0,39%, proseguendo la serie di tre ribassi consecutivi, iniziata giovedì scorso; sulla stessa linea, cede alle vendite lo S&P-500, che retrocede a 2.874,49 punti. In discesa il Nasdaq 100 (-0,78%), come l’S&P 100 (-0,4%).

Unica tra le Blue Chip del Dow Jones a riportare un sensibile aumento è Coca Cola (+0,52%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Caterpillar, che prosegue le contrattazioni a -1,36%.

Soffre Apple, che evidenzia una perdita dell’1,32%.

Preda dei venditori Visa, con un decremento dell’1,14%.

Si concentrano le vendite su Chevron, che soffre un calo dell’1,05%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Mercadolibre (+3,61%), Costco Wholesale (+1,10%), Qurate Retail (+0,78%) e Ulta Beauty (+0,70%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Jd.Com, che prosegue le contrattazioni a -3,73%.

Lettera su Ctrip.Com International, che registra un importante calo del 3,39%.

Affonda Baidu, con un ribasso del 3,21%.

Crolla Netflix, con una flessione del 2,97%.

Wall Street apre con il segno meno