Wall Street apre con forti perdite

(Teleborsa) – Ancora in rosso la Borsa di New York, che avvia la seduta registrando forti perdite seguendo il pessimo risultato di ieri 19 novembre. Dopo il crollo della vigilia, a causa di un presunto taglio nella produzione dei nuovi modelli iPhone, Apple apre in calo di oltre il 3%. Giornata difficile anche perPiazza Affari e gli altri principali indici europei, che si avviano a terminare la seduta registrando variazioni negative superiori al punto percentuale, con lo spread che è arrivato a toccare i 330 punti base.

Dal fronte macroeconomico USA, a ottobre segnali contrastanti dal mercato edilizio: l’avvio di nuovi cantieri è salito mentre i nuovi permessi per costruire sono scesi.

A Wall Street si mostra in forte calo il Dow Jones (-1,68%), che tocca 24.598,31 punti; sulla stessa linea, male lo S&P-500, che avvia la seduta a 2.655,99 punti, in calo dell’1,29%. Depresso il Nasdaq 100 (-1,59%), come l’S&P 100 (-1,4%).

Nell’S&P 500, buona la performance del comparto utilities. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti beni di consumo secondari (-2,31%), energia (-2,30%) e informatica (-1,92%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Verizon Communication (+0,59%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Boeing, che ottiene -4,57%.

Come detto avvio fortemente negativo per Apple, che lascia sul tappeto una perdita del 3,15%.

In caduta libera Dowdupont, che affonda del 2,77%.

Pesante Caterpillar, che segna una discesa di ben 2,37 punti percentuali.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Analog Devices (+2,11%), Shire (+1,39%), Monster Beverage (+1,24%) e Amgen (+0,58%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Micron Technology, che prosegue le contrattazioni a -5,78%.

Seduta drammatica per Jd.Com, che crolla del 5,21%.

In apnea Western Digital, che arretra del 3,95%.re sono scesi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street apre con forti perdite