Wall Street annulla i guadagni a metà seduta

(Teleborsa) – Wall Street perde sicurezza a metà seduta, annullando i guadagni messi a segno nella prima parte di contrattazioni.

Il Dow Jones si è riportato sui valori della vigilia a 24.293,27 punti così come l’S&P-500. In rosso il Nasdaq 100 (-0,47%), poco sopra la parità lo S&P 100 (+0,28%).

La Borsa più grande del mondo aveva avviato in frazionale rialzo sulle indiscrezioni secondo cui la Casa Bianca avrebbe accettato di adottare una linea più soft in materia di investimenti cinesi nelle società americane.

Di scarso aiuto la macroeconomia: gli ordini di beni durevoli sono scesi ancora, seppure in linea con le attese, mentre le vendite di case ancora in corso sono calate a sorpresa.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, General Electric (+2,95%) grazie ad un upgrade, mentre la fiammata dei prezzi del greggio sostiene Chevron (+1,73%) e Exxon Mobil (+1,37%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su McDonald’s, che ottiene -1,75%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street si posizionano Regeneron Pharmaceuticals (+3,07%) e Twenty-First Century Fox (+1,91%), quest’ultima dopo il via libera dell’Antitrust al matrimonio conWalt Disney.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Micron Technology, che continua la seduta con -3,03%.

Pesante Paychex, che segna una discesa di ben -2,57 punti percentuali.

Wall Street annulla i guadagni a metà seduta