Wall Street ancora in forte calo

(Teleborsa) – La borsa di Wall Street è ancora in rosso a metà giornata. A pesare sui listini, fin da avvio seduta, una serie di elementi d’incertezza come le tensioni geopolitiche in Arabia Saudita, il rischio contagio derivante dalla situazione italiana e la guerra commerciale.

Sul fronte macro, l’indice Fed di Richmond si è mostrato in discesa. Con un’agenda macro povera l’attenzione si concentra sulle trimestrali. A dare i conti colossi del calibro di McDonald’s e Harley-Davidson.

Tra gli indici di Wall Street il Dow Jones è in calo dell’1%. Sulla stessa linea, vendite diffuse sullo S&P-500 che arretra dell’1,11% Pesante il Nasdaq 100 (- 1,24%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Tra i più negativi della lista dell’S&P 500, troviamo i comparti beni industriali (-1,83%), materiali (-1,39%) e finanziario (-1,26%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, McDonald’s (+6,25%) che vola sulle ali dei conti, Verizon Communication (+3,68%), United Technologies (+2,13%) e Coca Cola (+0,42%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Caterpillar che continua la seduta con -6,94%. Affonda 3M, con un ribasso del 4,41%. Crolla Chevron, con una flessione del 3,70%. Vendite a piene mani su Dowdupont, che soffre un decremento del 2,44%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Cadence Design Systems (+12,92%), Tesla Motors (+9,33%), Synopsys (+3,30%) e Paypal Holdings (+1,56%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Paccar, che ottiene -6,69%. Giornata no per Wynn Resorts che registra un ribasso di oltre il 6%. Sessione no per Nvidia che lascia sul tappeto una perdita del 3,93%. In caduta libera Ctrip.Com International che arretra del 3,11%

Wall Street ancora in forte calo