Wall Street allunga il passo a metà giornata

(Teleborsa) – Allunga il passo la Borsa di Wall Street. Dopo un avvio senza verve, a causa anche dello spettro “shutdown”, gli investitori rafforzano gli acquisti.

Domani 8 dicembre, infatti, si esauriranno formalmente i finanziamenti al Governo USA e se i legislatori non troveranno una soluzione sulla legge di bilancio scatterà il famigerato provvedimento di chiusura dei servizi ritenuti non essenziali.

Povera l’agenda macro. Scendono più delle attese le richieste di sussidio alla disoccupazione, mentre diminuiscono i licenziamenti a novembre, proseguendo il movimento di ridimensionamento avviato dopo l’estate.

Tra gli indici a stelle e strisce  il Dow Jones sale dello 0,38%. Stessa intonazione per l’ S&P-500  che fa un piccolo salto in avanti dello 0,34%, portandosi a 2.638,24 punti. In moderato rialzo il Nasdaq 100 (+0,47%).

Tra i protagonisti del Dow Jones, Boeing (+1,95%), Nike (+1,54%), Caterpillar (+1,39%) e Visa (+1,28%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Procter & Gamble che scivola dell’1,25%.

Soffre Coca Cola, che evidenzia una perdita dell’1,15%.

Resta vicino alla parità Intel (+0,02%).

Tentenna Johnson & Johnson che cede lo 0,61%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Twenty-First Century Fox (+3,82%), Micron Technology (+3,31%) e Align Technology (+2,81%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Ctrip.Com International (-3,01%).

In apnea Liberty Global che arretra del 2,32%.

Tonfo di Liberty Global, che mostra una caduta del 2,08%.

Preda dei venditori Comcast, con un decremento dell’1,86%.

Wall Street allunga il passo a metà giornata
Wall Street allunga il passo a metà giornata