Wall Street accelera il passo. Si scommette sul rinvio dell’aumento tassi

(Teleborsa) – Wall Street sceglie la via dei rialzi dopo un avvio cauto in scia al Job Report a due colori.

A febbraio l’economia statunitense ha creato più posti del previsto dopo il tiepido avvio di 2016, anche se i salari medi orari sono scesi inaspettatamente per la primo volta ad oltre un anno.

Un aumento dell’occupazione, oltre a rafforzare la fiducia, si traduce in un amento dei consumi. Ma un balzo delle retribuzioni aiuterebbe l’inflazione a tornare verso il target della Federal Reserve, ossia attorno al 2%.

Le statistiche hanno reso ancora più difficile predire le prossime mosse di politica monetaria. L’ipotesi più gettonata, al momento, è che in occasione del meeting del 15-16 marzo la Banca Centrale americana opterà per un nulla di fatto dopo il primo rialzo dal 2006 operato a dicembre, anche alla luce di quanto emerso nel Beige Book pubblicato mercoledì sera.
Ma se l’attuale stato di grazia del mercato del lavoro dovesse continuare, non sono esclusi altri rialzi nel corso del 2016.

Meno rosea la bilancia commerciale, che ha visto aumentare il deficit a causa del perdurante peggioramento dell’export, sceso ai minimi da metà 2011.

In questo momento il Dow Jones avanza dello 0,56%, l’indice S&P-500 dello 0,65% come il Nasdaq 100 e l’S&P 100.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Caterpillar, Apple e Boeing. 

I più forti ribassi, invece, si verificano su Microsoft, che comunque limita la discesa entro lo 0,60%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street accelera il passo. Si scommette sul rinvio dell’aume...