Wall Street a picco

(Teleborsa) – Sessione da dimenticare per la Borsa USA, con le notizie sul fronte della diffusione del virus che continuano a tenere sotto pressione i mercati. L’Organizzazione mondiale della sanità ha definito la situazione una “pandemia” a livello mondiale esortando tutti i paesi a raddoppiare gli sforzi per contrastare l’emergenza. Nel frattempo, il presidente USA Donald Trump ha deciso di imporre restrizioni ai viaggi dall’Europa verso gli Stati Uniti per 30 giorni, contro la rapida diffusione dell’epidemia.

Sulle prime rilevazioni, il Dow Jones che sta lasciando sul terreno il 7,20%; sulla stessa linea, viene venduto parecchio lo S&P-500, che continua la seduta a 2.549,05 punti. Depresso il Nasdaq 100 (-6,82%), come l’S&P 100 (-6,9%).

Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti utilities (-9,26%), beni industriali (-7,97%) e energia (-7,90%).

Tutte le Blue Chip del Dow Jones perdono terreno a Wall Street.

Le peggiori performance si registrano su Boeing, che ottiene -14,13%.

Tonfo di United Technologies, che mostra una caduta del 12,05%.

Lettera su DOW, che registra un importante calo del 10,68%.

Affonda American Express, con un ribasso del 9,77%.

Viacom è l’unica performance positiva del Nasdaq-100, con un aumento del 3,24%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Western Digital, che prosegue le contrattazioni a -14,42%.

Crolla American Airlines, con una flessione del 13,78%.

Vendite a piene mani su Wynn Resorts, che soffre un decremento del 13,07%.

Pessima performance per Dish Network, che registra un ribasso dell’11,37%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street a picco