Wall Street a picco con Treasury e protezionismo

(Teleborsa) – Wall Street chiude gli scambi in profondo rosso, penalizzata dall’esplosione dei rendimenti dei Treasury e dalle persistenti tensioni commerciali fra USA e Cina, che secondo il Fondo Monetario potrebbero minare la crescita. Scivola del 3,15% il Dow Jones, assieme allo S&P-500, che arretra del 3,3%. Pesante il Nasdaq 100 (-4,44%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti informatica (-4,77%), telecomunicazioni (-3,94%) e beni di consumo secondari (-3,74%).

Affondano tutti i titoli ad alta capitalizzazione del mercato il Dow Jones. Le peggiori performance si sono registrate su Nike, che ha chiuso a -6,81%.

Vendite a piene mani su Microsoft, che soffre un decremento del 5,43%.

Pessima performance per Visa, che registra un ribasso del 4,76%.

Sessione nera per Apple, che lascia sul tappeto una perdita del 4,63%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Dollar Tree (+1,65%) e Vodafone (+1,21%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Netflix, che ha chiuso a -8,38%.

In caduta libera Nvidia, che affonda del 7,48%.

Pesante Intuit, che segna una discesa di ben -7,35 punti percentuali.

Seduta drammatica per Align Technology, che crolla del 7,31%.

Wall Street a picco con Treasury e protezionismo