Wall Street a picco con la paura della pandemia. L’OMS la esclude

(Teleborsa) – La paura da Coronavirus manda in tilt anche Wall Street, che prosegue gli scambi in pesante ribasso, sui timori di una recessione globale innescata dalla pandemia. Un segnale che arriva anche dal mercato dove si registra una inversione della curva dei rendimenti fra i Treasury a 3 mesi e 10 anni, che normalmente indica una possibile recessione.

A New York, si conferma in forte calo il Dow Jones (-3,3%), che si attesta a 28.036,79 punti; giornata da dimenticare per lo S&P-500, che retrocede a 3.233,01 punti, in ribasso del 3,14%. Pessimo il Nasdaq 100 (-3,68%), come l’S&P 100 (-3,3%).

In discesa a Wall Street tutti i comparti dell’S&P 500. Tra i più negativi della lista del paniere S&P 500, troviamo i comparti energia (-4,48%), informatica (-3,79%) e beni di consumo secondari (-3,43%).

In questa pessima giornata nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva.

I più forti ribassi si verificano su United Health, che continua la seduta con -7,34%.

Sensibili perdite per American Express, in calo del 4,96%.

In apnea DOW, che arretra del 4,74%.

Tonfo di Walgreens Boots Alliance, che mostra una caduta del 4,40%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Regeneron Pharmaceuticals (+3,71%), Gilead Sciences (+3,34%), grazie alle speranze sul suo antivirale, e Viacom (+3,24%). Fra i peggiori American Airlines, che continua la seduta con -9,50%. Lettera su Tesla Motors, che registra un importante calo del 7,19%. Affonda Nvidia, con un ribasso del 6,60%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street a picco con la paura della pandemia. L’OMS la esclud...