Wall Street a cavallo della parità

(Teleborsa) – Riflessiva la borsa americana, dopo i massimi storici toccati ieri dall’indice Dow Jones all’indomani dell’elezione di Trump alla Casa Bianca.

Grande attesa per il discorso che la Presidente della Federal Reserve pronuncerà la prossima settimana al Capitol Hill, un appuntamento consueto per questo periodo dell’anno, ma che va assumendo connotati nuovi per l’elezione imprevista di Donald Trump alla Casa Bianca. Intanto il vice presidente della Fed, Stanley Fischer, ha dichiarato che ci sono le condizioni per un rialzo graduale dei tassi.

Scarna l’agenda macroeconomica odierna, con in lista solo la fiducia dei consumatori dell’Università Michigan.

Tra le società alle prese con le trimestrali occhio a Walt Disney, che ha annunciato un esercizio record.

Il Dow Jones continua la sessione sui livelli della vigilia, portandosi a 18.799 punti, mentre, l’indice S&P-500, scambia sotto i livelli della vigilia a 2.161 punti. Senza direzione il Nasdaq 100 (-0,04%); in frazionale calo lo S&P 100 (-0,32%).

Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori. Nella parte bassa della classifica dell’S&P 500, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Energia (-1,62%), Sanitario (-1,41%) e Materiali (-1,35%).

Al top tra i giganti di Wall Street, Walt Disney (+2,51%) dopo i conti, Cisco Systems (+1,16%), Goldman Sachs (+1,13%) e Procter & Gamble (+0,90%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Pfizer, che prosegue le contrattazioni con un -2,57%. In apnea Du Pont de Nemours, che arretra del 2,36%. Sotto pressione Exxon Mobil, con un forte ribasso dell’1,61%. Soffre Caterpillar, che evidenzia una perdita dell’1,43%.

Wall Street a cavallo della parità
Wall Street a cavallo della parità