Volkswagen, il rally in borsa fa schizzare la valutazione

(Teleborsa) – Il titolo di Volkswagen è aumentano di oltre il 37% da inizio anno, con gli analisti che sempre più vedono la casa automobilistica tedesca come concorrente diretto di Tesla nel mercato dei veicoli elettrici. Grazie a questo rally, ora Volkswagen varrebbe 200 miliardi di euro, secondo quanto ha affermato il CEO Herbert Diess.

“Anche gli analisti giungono alla conclusione che la società ha quel valore”, ha detto Diess a Reuters dopo la conferenza stampa annuale del gruppo. Le azioni di Volkswagen, che possiede anche i marchi Audi e Porsche, hanno raggiunto i massimi da luglio 2015, spingendo in alto la valutazione della casa automobilistica.

Nel 2020, il gruppo ha più che triplicato le sue vendite di veicoli completamente elettrici e mira a diventare il leader di mercato globale per la mobilità elettrica entro il 2025. Per raggiungere questo obiettivo la società prevede di investire circa 46 miliardi di euro nella mobilità elettrica e nell’ibridazione della propria flotta nei prossimi cinque anni e di far salire la quota di veicoli green al 60% entro il 2030.

Volkswagen è fiduciosa che i tagli ai costi aiuteranno ad aumentare i margini di profitto nei prossimi anni. Parte dei risparmi passeranno dalle batterie. A partire dal 2023, il gruppo introdurrà un tipo di batteria unificata per i suoi veicoli, con l’obiettivo di installarla nell’80% di essi entro il 2030. Volkswagen intende quindi ridurre il costo delle celle della batteria dal 30 al 50%, anche costruendo sei fabbriche di batterie in Europa entro la fine del decennio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Volkswagen, il rally in borsa fa schizzare la valutazione