Volkswagen, il nuovo CEO Mueller annuncia gravi misure di austerità

Il neoeletto CEO di Volkswagen ed ex numero uno di Porsche, Mathias Mueller, delinea la sua “cura” per la casa d’auto tedesca investita dallo scandalo delle emissioni truccate. 

Mueller, dinanzi alla platea dei 20 mila dipendenti dell’impianto di Wolfsburg, ha annunciato un inasprimento del piano di risparmi già approntato dal precedente management, avvertendo che il “percorso sarà doloroso”, ma la società uscirà da questa crisi.  

In relazione allo scandalo, Mueller ha annunciato che la soluzione tecnica è imminente, ma ha anche ammesso che sono incerte le implicazioni economiche e finanziarie dello scandalo.

La terapia passerà dunque per un drastico taglio degli investimenti programmati e per la cancellazione di tutti quelli non necessari.  “I progetti che non sono strettamente urgenti verranno annullati o rinviati”, ha sottolineato. 

Il timore che lo scandalo possa ripercuotersi sull’occupazione è stato per ora accantonato. “C’è la ferma intenzione di fare di tutto per salvaguardare l’occupazione”, ha detto il capo del consiglio di fabbrica Bernd Osterloh, precisando però che le ripercussioni dello scandalo sugli utili aziendali colpiranno anche i bonus dei dipendenti.

Volkswagen, il nuovo CEO Mueller annuncia gravi misure di austeri...