Volkswagen, i pesantissimi numeri dello scandalo USA

14 miliardi di euro di capitalizzazione evaporata per il tonfo del titolo in borsa. 18 miliardi di dollari di multa potenziale. 482.000 auto da richiamare. Sono numeri pesanti e stanno per abbattersi sul più grosso costruttore di auto al mondo. I tedeschi della Volkswagen.

Volkswagen ha dichiarato che sarebbero 11 milioni i veicoli venduti in tutto il mondo interessati ad un richiamo dell’azienda per  rimappare il software di misura delle emissioni inquinanti prodotte dal costruttore di Wolfsburg.

Lo stesso costruttore tedesco ha detto di aver già stanziato 6,5 miliardi di euro per coprire i costi dello scandalo e riconquistare la fiducia della clientela, da imputare sul conto economico del terzo trimestre 2015.

L’EPA, l’agenzia statale americana per la prevenzione contro l’inquinamento, ha detto che la multa per ogni veicolo che non rispetta le regole imposte in tema di emissioni inquinanti, è di 37.500 dollari. Considerando che le vetture vendute dal 2008 e interessate da questa infrazione sono 482.000, si stima che le multe potrebbero aggirarsi sui 18 miliardi di dollari.

Una montagna di denaro anche per una società che ha recentemente superato la Toyota come primo costruttore di auro al mondo, che capitalizza circa 66 miliardi di euro.

Volkswagen ha attivato un’inchiesta esterna, anche se non ha rivelato il nome di chi dovrebbe condurla.

Volkswagen, i pesantissimi numeri dello scandalo USA