Volkswagen, dietrofront di Muller che apre uno spiraglio a Marchionne

(Teleborsa) – Si ritorna a parlare di una possibile fusione tra FCA e Volkswagen.

L’idea lanciata la scorsa settimana dal numero uno di FCA, Sergio Marchionne, durante il salone dell’Auto di Ginevra era stata poi smentita da Matthias Muller. Il numero uno della casa automobilistica tedesca, infatti, aveva detto: “non siamo assolutamente pronti a colloqui con FCA.

Ieri il colpo di scena, lo stesso Muller, in occasione dell’assemblea dei soci, è tornato sui suoi passi.

“Non ho mai detto che in futuro un legame con un’altra casa non ci possa essere. Ho solo detto che al momento non ho avuto colloqui con Marchionne”, ha spiegato l’amministratore delegato di Volkswagen.

Affermazioni queste che sono state interpretate dagli addetti ai lavori come un segnale di apertura che non esclude una possibile intesa tra le due case automobilistiche. D’altronde che il mercato dell’auto sia in cerca di nuove alleanze lo dimostra anche la recente intesa tra il Gruppo PSA e Opel.

Volkswagen, dietrofront di Muller che apre uno spiraglio a Marchi...