Vivendi svaluta la partecipazione in TIM

(Teleborsa) – Alla prova dei conti Vivendi, che ha chiuso il 2018 con un crollo dell’utile del 90% a 127 milioni di euro anche per via della svalutazione della quota TIM per 1,1 miliardi di euro. La società francese attiva nel campo dei media e delle comunicazioni, inoltre, non ha potuto considerare la plusvalenza dalla cessione di Ubisoft nei conti 2018.

All’assemblea del 15 aprile verrà proposto un dividendo in crescita dell’11% a 0,50 euro per azione.

Vincent Bolloré, Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Vivendi, ha annunciato che lascerà il Board e che al suo posto subentrerà il figlio Cyrille.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vivendi svaluta la partecipazione in TIM