Vivendi avanti tutta su Mediaset. Fininvest prepara la strategia di difesa

(Teleborsa) Non si placa la battaglia tra Vivendi e Mediaset che continua a riservare colpi di scena. Una battaglia quella tra i due gruppi che si sta trasformando in guerra. Dopo le “scaramucce” della scorsa estate sulla mancata vendita della pay-tv Premium, Vivendi punta dritto alla scalata di Mediaset.

Ieri sera, a mercati chiusi, il gruppo transalpino ha annunciato di essere pronto a salire, entro la soglia del 30% del capitale di Mediaset, appena sotto il livello che farebbe scattare l’obbligo di OPA. “Il Consiglio di gestione di Vivendi ha deciso di aumentare il suo investimento in Mediaset acquistando ulteriori azioni, a seconda delle condizioni del mercato, entro i limiti del 30% del capitale azionario e dei diritti di voto”, ha spiegato una nota del colosso francese al termine del Board che si è tenuto ieri.

Il nuovo colpo di scena da parte del gruppo francese presieduto da Vincent Bolloré, arriva in seguito all’incontro tra Arnaud de Puyfontaine, CEO di Vivendi, e Pier Silvio Berlusconi, amministratore delegato di Mediaset, che si è tenuto venerdì 16 dicembre.

Questo solo l’ultimo atto di una vicenda che mette i due gruppi l’uno contro l’altro. Risale, infatti, a solo una settimana fa la notizia che Vivendi aveva fatto il suo ingresso nel Biscione con un iniziale quota dl 3%, anche se aveva già in mente dei salire al 20%.

La mossa, definita da Silvio Berlusconi, come un’operazione “ostile”, non ha suscitato alcun “rimorso” in Vivendi che ha escluso una simile ipotesi. Sulla questione è intervenuta anche l’Agcom che ha messo i paletti alla scalata dei francesi.

Non è tardata ad arrivare la reazione di Fininvest. La holding che controlla Mediaset ha presentato alla Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB) un esposto per manipolazione del mercato e abuso di informazioni privilegiate nei confronti di Vivendi. Inoltre Fininvest ha spiegato che Vivendi “prosegue in una strategia molto aggressiva che, mossa dopo mossa, non fa che confermare tutte le irregolarità e le gravi violazioni evidenziate nelle denunce e negli esposti presentati alla Procura della Repubblica e alla Consob”. Fininvest assicura che dopo queste prime azioni giudiziarie ce ne saranno altre sia sul piano penale che civile e amministrativo. Nessun profilo di intervento verrà trascurato”.

La CONSOB da parte sua non nasconde che sulla vicenda sta effettuando accertamenti a tutto campo e non esclude di convocare i vertici delle società.

Vivendi avanti tutta su Mediaset. Fininvest prepara la strategia di&nb...