Vitalizi a peso d’oro. Boeri (INPS): “Con sistema contributivo si ridurrebbero del 40%”

(Teleborsa) – Sono circa 2.600 e costano allo stato italiano 193 milioni di euro l’anno.  

Sono i vitalizi pagati annualmente agli ex parlamentari italiani, che a quanto pare percepiscono il doppio di quanto dovrebbero se l’assegno fosse calcolato con il metodo contributivo, come per tutti gli altri lavoratori. Una vera e propria miniera d’oro se si considera che si sta attualmente ragionando su come reperire le risorse per finanziare l’anticipo delle pensioni nel 2017.

Il Presidente INPS Tito Boeri, nel corso di un’audizione alla Camera, ha prodotto cifre choc: il passaggio al calcolo con il metodo contributivo dei vitalizi dei deputati e senatori produrrebbe un risparmio del 40%, pari a circa 79 milioni l’anno. Se si aggiungono anche quelli pagati ai consiglieri regionali, il risparmio salirebbe a quasi 150 milioni di euro l’anno.

In un arco temporale di 10 anni la spesa si ridurrebbe notevolmente, generando un risparmio di 760 milioni sui vitalizi dei parlamentari e di circa 1,5 miliardi per tutti i vitalizi.

Le cifre non sono affatto ipotetiche, ma sono desunte da uno studio dell’INPS effettuato nell’ambito dell’operazione Porte Aperte, che si propone appunto di mettere in evidenza le disparità di trattamento di alcune categorie rispetto allo standard o i trattamenti di maggior favore. E questo nell’ottica del passaggio alla gestione INPS.

Boeri ha poi messo in evidenza che “il sistema è evidentemente insostenibile”, spiegando che, normalmente, il sistema di ripartizione avuto per decenni genera nei primi anni un surplus, poiché coloro che pagano i contributo sono di più dei percettori di pensioni, poi finisce in deficit quando questa proporzione si inverte. Invece, per i vitalizi, il sistema è in rosso almeno dal 1978, quando gli assegni erano appena 500. Caso evidente di eccesso di trattamento e riprova di un sistema che non può finzionare, dice Boeri. 

La proposta di Boeri? Il passaggio al sistema contributivo anche per i vitalizi, immediato per quelli superiori ai 5 mila euro lordi, ed in modo graduale con “cristallizzazione” per gli altri compresi fra 3.500 euro e 5.000 euro, in modoinda produrre risparmi per almeno 60 milioni l’anno.

Vitalizi a peso d’oro. Boeri (INPS): “Con sistema contributivo si ridurrebbero del 40%”
Vitalizi a peso d’oro. Boeri (INPS): “Con sistema contribu...