Visa chiude un trimestre boom ma delude per l’outlook

(Teleborsa) – Conti in crescita per la big delle carte di credito VISA, che chiude il quarto trimestre con numeri positivi, ma delude quanto ad outlook. 

Il numero uno del gruppo Scharf, che ha anche annunciato a sorpresa le sue dimissioni, sottolinea che i risultati sono frutto dell’acquisizione di Visa Europe e della “forte disciplina sui costi”, anticipando nuove partnership ed il rafforzamento sui pagamenti digitali. 

La compagnia americana, complice anche l’acquisto di Visa Europe ed il buon andamento del business (transazioni) ha riportato un utile netto in crescita del 28% a 1,9 miliardi di dollari. Al netto di voci non ricorrenti, l’EPS si attesta a 78 cent, superando largamente i 73 cent attesi dagli analisti. I ricavi operativi da transazioni e commissioni sono cresciuti del 19,3% a 4,26 miliardi di dollari, superando il consensus di 4,23 miliardi.

I volumi dei pagamenti nell’ultimo trimestre fiscale hanno registrato una forte crescita del 47% a 1.900 miliardi di dollari.

Deludenti le stime, che vedono per il nuovo anno fiscale una crescita dei ricavi del 16-18%, un aumento dell’EPS del 15% e margini operativi intorno al 65%, tutti inferiori alle aspettative. 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Visa chiude un trimestre boom ma delude per l’outlook