Vino, le calorie in etichetta scoraggiano l’export

(Teleborsa) – L’obesità nei paesi industrializzati preoccupa sempre più e così per contrastarla arrivano le etichette delle calorie sulle bottiglie di vino. La Commissione Ue sembra intenzionata a far partire l’obbligo dal 2016 ma i produttori si ribellano, nonostante per ora si parli solo di bozza. 

“Per consumatori e le consumatrici più attenti alla silhoutte trovare in etichetta un ammonimento sull’apporto calorico può essere un forte deterrente al consumo anche di un semplice bicchiere a pasto”, ha dichiarato conclude Denis Pantini, direttore di Winemonitor di Nomisma, spiegando che tra i paesi che maggiormente si preoccupano di calorie ci sono Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Australia e Francia, tutti mercati di forte interesse per l’export di vino made in Italy.

Per ora nelle etichette di vino vanno indicati nome e indirizzo del produttore, denominazione, allergeni, gradazione alcolica e quantità di prodotto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vino, le calorie in etichetta scoraggiano l’export