Vienna, vertice Ue sull’immigrazione ad alta tensione

(Teleborsa) – Salvini protagonista alla conferenza Ue sulle migrazioni in corso a Vienna. Il Ministro degli Interni italiano ha partecipato insieme agli altri leader europei al vertice sulla sicurezza nel Paese austriaco, proprio nel giorno in cui altri 184 migranti sono sbarcati a Lampedusa dopo essere rimasti per ore alla deriva in acque territoriali maltesi.

E proprio sulla questione il vicepremier si è scagliato contro Malta, accusando le autorità dell’isola di aver ignorato le imbarcazioni in difficoltà nonostante gli avvertimenti della Guardia Costiera italiana. “Ancora in questi minuti il Governo di un Paese dell’Unione si sta ampiamente fregando dei suoi doveri: ogni riferimento a Malta è puramente voluto”, sono state le dure parole di Salvini, accusando il Paese di scarsa collaborazione.

Nel corso del vertice, il capo del Viminale si è reso protagonista di un battibecco con il Ministro degli Esteri lussemburghese Jean Asselborn. “Non abbiamo l’esigenza di avere nuovi schiavi per soppiantare i figli che non facciamo più”, la frase di Salvini che ha scatenato le ire del politico del Granducato. Che senza mezze misure ha risposto ricordando le migliaia di italiani emigrati in Lussemburgo in cerca di un lavoro, concludendo il suo intervento addirittura con un’imprecazione.

Vienna, vertice Ue sull’immigrazione ad alta tensione