Quanto ci è costata finora la guerra in Afghanistan

La lunga guerra in Afghanistan ha avuto, e continua ad avere, un peso enorme sulle finanze italiane. Ecco un'analisi nel dettaglio

Dal 2001 a oggi, la guerra in Afghanistan ha previsto un enorme esborso da parte dei governi italiani che si sono avvicendati alla guida del Paese. Ecco un calcolo complessivo.

Una recente stima evidenzia come tutti i paesi coinvolti abbiano sostenuto una spesa complessiva di più di 900 miliardi, e ovviamente l’Italia ha fatto la sua (sostanziosa) parte.

Tornando indietro negli anni: il governo Prodi investì ben 356.1 milioni di euro. Una cifra destinata ad aumentare sensibilmente con i governi successivi. Fino al 2011 si è registrata una vera e propria corsa al supporto economico del nostro contingente. Nel 2008 i milioni investiti sono stati 389.8, nel 2009 si è quasi raddoppiato lo sforzo, arrivando a quota 638 milioni di euro. Nel 2010 i milioni sono stati 811.4, mentre nel 2011 si è sfiorato il miliardo di euro investito (914.7 milioni di euro per la precisione).

La svolta è arrivata nel 2012, quando i talebani sono giunti a un dialogo, con l’apertura di un ufficio politico talebano in Qatar. In quell’anno il contributo scese a 865.5 milioni di euro, che sono diventati 670.6 milioni nel 2013.

Ultimo dato: i 193.7 del 2017, ovvero il minimo storico investito dall’Italia per finanziarie le operazioni su questo territorio.

Quanto ci è costata finora la guerra in Afghanistan