Victoria’s Secret perde appeal. Vendite giù a giugno

(Teleborsa) – Il calo di appeal di Victoria’s Secret mette in crisi L Brands, che sta cedendo oltre 10 punti percentuali al Nyse di wall Street.

Il marchio di lingerie controllato dal fashion retailer – seguito con molta attenzione dagli analisti – ha riportato a giugno vendite in discesa dell’1% nonostante il prolungamento della stagione dei saldi.

Amie Preston, a capo della divisione Investior Relation di L Brands, ha ammesso che i saldi di metà anno hanno avuto una partenza soft e che il livello di traffico di clienti è negativo, con ripercussioni anche sul magazzino e sui prezzi, che sono stati ulteriormente abbassati.

Secondo Jefferies “il brand non funziona più” anche a causa della competizione con altri marchi di biancheria intima come Aerie, di proprietà di American Eagles Outfitters. La banca d’affari ha pertanto tagliato il giudizio sul titolo a “sell”.

In generale, nelle 5 settimane terminate il 7 luglio L Brands ha riportato un aumento delle vendite del 6% a 1,282 miliardi di dollari mentre le vendite “comparable” (che escludono i negozi chiusi e quelli di nuova apertura) sono migliorate del 3%.

Victoria’s Secret perde appeal. Vendite giù a giugno