Vertice UE, importanti sfide all’orizzonte

(Teleborsa) – Seconda e ultima giornata di discussioni al vertice UE di Bruxelles, che si è riunito ieri, giovedì 1 ottobre.

“Lavoreremo con gli altri leader europei per un’agenda che ha al centro le tensioni” internazionali, in particolare “quelle nel Mediterraneo Orientale, quindi discuteremo dei rapporti fra l’Unione europea e la Turchia, e poi della crisi bielorussa, e poi ancora del Nagorno-Karabakh, una crisi antica che si è riattivata di recente fra azeri e armeni. “E poi ancora discuteremo del più generale rapporto tra Unione Europea e Cina“, aveva detto ieri il Presidente del Consiglio Conte riassumendo, al suo arrivo al Palazzo del Consiglio europeo, i temi in discussione.

Oggi, in particolare, focus “sugli sviluppi europei degli investimenti che ci aspettano nelle infrastrutture digitali, che riteniamo prioritarie”. Questi investimenti, ha sottolineato il Presidente del Consiglio, “saranno al centro del programma ‘Next Generation EU'”, il piano di ripresa dell’Unione”.

A margine del Consiglio Europeo, Conte ha incontrato la Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen che si recherà a Roma nei prossimi giorni per fare il punto su Next Generation Eu. Ne dà notizia lo stesso Presidente del Consiglio: “Abbiamo avuto uno scambio di vedute sul prossimo Global Health Summit che l’Italia ospiterà – scrive il Premier – sul Mediterraneo e sui flussi migratori. Ci rivedremo a Roma nei prossimi giorni per discutere del Recovery Fund”, ha concluso.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vertice UE, importanti sfide all’orizzonte