Vertice tra gli aeroporti di Pescara e Catania

(Teleborsa) – L’Aeroporto d’Abruzzo guarda alle Costa Brava, ma ancora di più alla Sicilia. Più opportunità per volare tra la riviera adriatica e quella catalana.

Da venerdì 29 giugno il collegamento tra Pescara e Barcellona Girona, operato da Ryanair, sarà effettuato con frequenza trisettimanale fino a settembre. Alla normale programmazione invernale, che prevede i voli il giovedì e la domenica, si aggiunge il martedì.

Sempre dal 29 giugno Volotea opera su Catania nei giorni di lunedì e venerdì, per favorire i movimenti turistici. E la SAC, società di gestione degli aeroporti di Catania, ha ospitato una delegazione di Saga, società di gestione dell’Aeroporto d’Abruzzo, guidata dal presidente Enrico Paolini e composta dai massimi rappresentanti di enti e associazioni imprenditoriali. Obiettivo il potenziamento reciproco dei circuiti turistici, che poggia sulle capacità dei rispettivi aeroporti. Un concetto ribadito da Daniela Baglieri e Nico Torrisi, rispettivamente presidente e ad SAC, che hanno sottolineato il successo dell’introduzione del collegamento tra Catania e Pescara, inaugurato da Volotea il 31 maggio scorso.

Un volo che ha accorciato le distanze tra due realtà accomunate nelle caratteristiche orografiche, con l’offerta di mare e montagna, dal Parco Nazionale d’Abruzzo a quello dell’Etna, e da svariate collaborazioni in campo agroalimentare, nell’industria della cultura, fino alla condivisione dei laboratori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, presenti a Catania e L’Aquila. I due gestori aeroportuali si sono confrontati sulle strategie commerciali e soprattutto sulle relazioni con le compagnie low cost.

Vertice tra gli aeroporti di Pescara e Catania